Cala Ostina

Cala Ostina

I nuraghi di Castelsardo paiono disporsi lungo una lingua che segue il profilo della costa, si avvicinano decisamente al litorale in prossimità dei possibili approdi, sui quali esercitano un controllo diretto.
Fra questi l’insenatura di Cala Ostina: uno scalo che sicuramente ebbe una certa importanza in epoca romana, ma che dovette essere in uso già in epoca nuragica, forse proprio al servizio di quella marineria indigena sulla cui esistenza oggi molto si discute ma che appare sempre più probabile, anche alla luce della documentazione delle navicelle nuragiche in bronzo. A controllo dell’importante scalo marittimo di Cala Ostina notiamo la presenza di quattro nuraghi.
Il primo edificio è costituito dalla fortificazione nuragica di Cala Ostina, su un saliente che si protende sulla sottostante insenatura omonima, a dominio anche del primo tratto della valle del Rio Cala Ostina, via naturale di penetrazione verso l’interno.
Il nuraghe Cala Ostina è una bassa muraglia ad andamento semicircolare, con una corda di m 7,70 che chiude la piccola are all’estremità del saliente protetto per tre lati da pareti a picco; la muraglia residua per un’altezza massima di m 2 su due-tre filari di rozze pietre di notevoli dimensioni.
Un consistente abitato doveva estendersi nel breve pianoro compreso fra la muraglia e la strada statale; vi si osservano, affioranti dal terreno, numerosissimi frammenti ceramici.

Indirizzo
Località Baia Ostina - 07031 Castelsardo