Santa Maria delle Grazie

Santa Maria delle Grazie

La medievale Chiesa di Santa Maria delle Grazie è molto particolare: priva di facciata, ha l’ingresso curiosamente situato sul lato destro dell’edificio, al centro di tre ampie arcate di pietra trachitica e calcarea. L’interno è ad una navata con altare maggiore neoclassico collocato nell’abside, che custodisce un Ecce Homo tra due nicchie con statue di santi. La chiesa è arricchita da altari minori lignei in stile barocco come il pulpito e da un’antica statua di San Francesco posta nella cantoria. La cappella con volta a crociera e capitelli scolpiti accoglie il crocefisso trecentesco del Cristo Nero. Il Cristo Nero è un crocefisso fra i più antichi in Sardegna, risale al 1300 ed è chiamato Lu Cristu Nieddu per via del colore che il legno di ginepro ha assunto nel tempo. Era ritenuto miracoloso e veniva portato in processione tutte le volte che le calamità si riversavano sulla Città. La Chiesa è stata Cattedrale agli inizi del ‘500, ma quando perse il titolo divenne sede dell’oratorio della confraternita di Santa Croce, che custodisce la tradizione del Lunissanti, rinomata festa tradizionale castellanese. La processione inizia infatti da questa chiesa, dopo che è stata celebrata la messa sull’altare del Cristo Nero.

Indirizzo
Via Marconi - 07031 Castelsardo